Truth Frequency Radio


Jul 13, 2020

Questo serve davvero come base per ciò su cui dobbiamo migliorare “, ha affermato Crane

Christopher Crane, MD, del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York City, ha affermato che le nuove raccomandazioni cercano di conciliare un’area confusa nell’oncologia delle radiazioni con una base di prove limitata.

"Ci sono molte persone che fanno molte cose diverse," ha detto Crane, che non è stato coinvolto nelle linee guida.

"Questo serve davvero come base per ciò su cui dobbiamo migliorare," ha detto Crane. "Possiamo fare di meglio di così? Sì."

In particolare, ha detto a MedPage Today che il livello di entusiasmo tra gli oncologi delle radiazioni per SBRT a basse dosi per il cancro del pancreas localmente avanzato è "sproporzionato rispetto alla prova del vantaggio."

Per la malattia resecabile borderline, ad esempio, le linee guida raccomandano condizionatamente SBRT a una dose di 30-33 Gy su cinque frazioni, con un boost fino a 40 Gy all’interfaccia del vaso tumorale. Per i pazienti con malattia localmente avanzata, è fortemente raccomandato un SBRT da 33 a 40 Gy su cinque frazioni.

"La dose più bassa di SBRT che hanno fortemente affermato dovrebbe essere data, ho delle riserve etiche sul consigliarlo a un paziente perché non migliora la sopravvivenza rispetto alla sola chemioterapia," ha detto Crane. "L’unica cosa che promette è raddoppiare la dose."

L’erogazione di dosi ablative di radiazioni utilizzando tecnologie più recenti come la somministrazione guidata dalla risonanza magnetica con pianificazione adattiva quotidiana può produrre risultati che competono con la chirurgia https://harmoniqhealth.com/it/erogan/, ha suggerito Crane.

La ricerca del suo gruppo allo Sloan Kettering è stata presentata all’incontro annuale dell’ASTRO 2019 a Chicago. Utilizzando dosi ablative di RT (fino a 75 Gy) in pazienti con carcinoma pancreatico localmente avanzato, hanno riportato tassi di sopravvivenza globale a 2 anni del 55% in un gruppo di 136 pazienti trattati con radiazioni definitive e del 67% in un gruppo di 33 pazienti trattati in l’impostazione di salvataggio.

In definitiva, Crane ha affermato che non ci sarà un cambiamento nella pratica fino a quando non saranno pubblicati più dati sulle tecniche ablative da varie istituzioni, più oncologi delle radiazioni saranno addestrati su queste nuove tecnologie e il suo uso si espanderà.

Divulgazioni

Le linee guida sono state finanziate da ASTRO.

Palta ha rivelato relazioni rilevanti con Oakstone, Merck, Navigant, UpToDate e Varian. I coautori hanno rivelato molteplici relazioni rilevanti con l’industria.

Fonte primaria

Oncologia pratica delle radiazioni

Fonte di riferimento: Palta M, et al "Radioterapia per il cancro del pancreas: riepilogo esecutivo di una linea guida di pratica clinica ASTRO" Pract Radiat Oncol 2019; 9 (5): 322-332.

In un articolo e editoriale pubblicati online, una delle principali riviste mediche, BMJ, ha preso di mira un concorrente, The Lancet, individuando un documento controverso che collegava falsamente un vaccino a un aumento del rischio di autismo.

L’oggetto del disprezzo di BMJ è un documento del 1998 di Andrew Wakefield, MBBS e colleghi che implicava un legame tra il vaccino morbillo-parotite-rosolia e l’autismo. Wakefield, secondo il BMJ, era colpevole di frode.

"La frode di Wakefield era rimasta in bella vista per sei anni prima di una seria sfida. Le riviste, incluso il BMJ, si erano preoccupate di studi epidemiologici e virali senza soffermarsi sugli straordinari, ora completamente ritrattati, fondamentali," ha scritto il giornalista Brian Deer in un blog pubblicato accanto all’editoriale e al rapporto completo sul sito web di BMJ.

Il rapporto BMJ è l’ultima puntata di Deer, che aveva precedentemente scoperto discrepanze tra il rapporto pubblicato e le registrazioni dei 12 bambini descritti nel documento del 1998, pubblicato su The Lancet.

Per il nuovo articolo, Deer ha ottenuto più documenti originali – molti dei quali sono stati resi pubblici lo scorso anno in un procedimento del Consiglio medico generale del Regno Unito che ha privato Wakefield della sua licenza medica britannica – e ha intervistato i genitori dei bambini.

Deer ha riferito che molte delle descrizioni del giornale Lancet delle condizioni dei bambini prima e dopo la vaccinazione erano molto diverse dalle cartelle cliniche dei bambini, tanto che, secondo Deer, Wakefield deve aver commesso una frode nella ricerca.

Ad esempio, il documento Lancet ha indicato che 11 dei 12 bambini avevano "colite aspecifica," ma l’indagine di Deer ha rilevato che solo tre avevano tali sintomi.

Ancora più dannatamente, Wakefield e colleghi hanno detto che otto dei bambini hanno iniziato a mostrare sintomi simili all’autismo o gastrointestinali entro pochi giorni dalla vaccinazione, mentre i record indicavano che era vero per non più di due. Per gli altri, i sintomi erano già stati registrati prima della vaccinazione, o non erano stati annotati fino a quando non erano trascorsi mesi, ha indicato Deer.

The Lancet ha ritirato formalmente il documento del 1998 l’anno scorso, quasi un anno dopo che Deer aveva pubblicato una serie di articoli sul Times di Londra che accusava Wakefield di falsificare i dati, anche se si è fermato prima di definire il giornale fraudolento.

In un editoriale che accompagna l’ultima indagine di Deer, l’editore del BMJ Fiona Godlee, MB, BChir, BSc, non era così diplomatico.

Godlee ha fatto saltare Wakefield per "alterando numerosi fatti sulle storie mediche dei pazienti al fine di sostenere la sua affermazione di aver identificato una nuova sindrome" e ha insistito sul fatto che l’incompetenza non poteva spiegare le discrepanze.

"La stesura del documento deve essere stata molto pensata e impegnata per ottenere i risultati che voleva: le discrepanze portavano tutte in una direzione; la segnalazione sbagliata era grossolana," Godlee ha scritto.

Aveva anche parole dure per i coautori di Wakefield, anche se la maggior parte aveva precedentemente ripudiato l’articolo e il Consiglio medico generale ha scoperto che solo Wakefield aveva scritto l’articolo presentato a The Lancet.

"Hanno tutti fallito nei loro doveri di autori," Godlee ha sostenuto, suggerendo che i coautori "devono controllare i dati di origine degli studi in modo più approfondito rispetto a molti attualmente."

Godlee non ha detto nulla sulla responsabilità delle riviste, incluso BMJ, che pubblicava regolarmente articoli di Wakefield e colleghi in aggiunta al famigerato documento del 1998 Lancet.

Ma in una barra laterale "blog" articolo apparso anche sul sito web di BMJ, Deer ha notato che anche loro meritano la colpa.

"La comunità scientifica ha mai creduto davvero che 12 famiglie si fossero presentate consecutivamente in un ospedale, senza reputazione di disturbi dello sviluppo, e avessero fatto le stesse accuse altamente specifiche – con un collegamento temporale di pochi giorni – e che non c’era qualcosa? pesce in corso?" Chiese Deer.

Ha paragonato l’episodio alla frode britannica di Piltdown Man, in cui uno scheletro fasullo costruito con ossa umane e scimmie moderne è stato ufficialmente accettato per decenni come un antico "collegamento mancante" fino a quando l’inganno non fu rivelato nel 1953.

Molti nella comunità scientifica guardavano dall’altra parte nonostante i dubbi sullo scheletro, scrisse Deer, perché erano riluttanti a suggerire apertamente che "non ci si poteva fidare di un gentiluomo."

Alla domanda sulle implicazioni per la salute pubblica del documento Wakefield, Bill Schaffner, MD, che presiede il dipartimento di medicina preventiva presso la Vanderbilt University di Nashville, ha detto a ABC News / MedPage Today, "Andrew Wakefield ha causato danni inestimabili alla salute pubblica sia negli Stati Uniti che in Europa. Già abbastanza brutto quando si pensava che il suo lavoro fosse una combinazione di scienza inetta e maldestro mercanteggiare – ora ci sono accuse di frode premeditata! "

In una e-mail, Greg Poland, MD, della Mayo Clinic, che è anche redattore capo della rivista Vaccine, ha scritto che la cosiddetta ipotesi del vaccino avanzata da Wakefield "ha danneggiato individui, famiglie, comunità e la salute pubblica in generale. I bambini i cui genitori hanno preso decisioni basate sulla paura sulla base di queste affermazioni sono morti e queste famiglie sono danneggiate e distrutte per sempre."

E Robert Jacobson, MD, presidente di pediatria presso la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, ha accusato Wakefield di "cali in tutto il mondo nei tassi di vaccinazione e una serie di focolai di parotite e morbillo che si sono concentrati nelle isole britanniche ma sono stati avvertiti in tutto il mondo. In effetti, l’epidemia di parotite di Iowan del 2006 e l’epidemia di parotite di New York del 2009 possono essere entrambe ricondotte al virus della parotite britannico che è circolato a seguito della perdita di fiducia nella vaccinazione con MMR a causa di Wakefield."

Steve Lauer, MD, dell’Università del Kansas a Kansas City, aveva più colpa da gettare ai piedi di Wakefield: l’epidemia di pertosse in corso in California.

Lauer ha detto a ABC News / MedPage Today che l’aumento delle morti per pertosse in California è "un altro esempio di decessi completamente prevenibili legati al calo dei tassi di vaccinazione. Studi su studi in numerosi paesi che hanno coinvolto centinaia di migliaia di bambini non hanno mai mostrato alcun legame tra l’autismo e qualsiasi vaccinazione. Che le bugie del dottor Wakefield abbiano portato a un aumento delle malattie e delle morti tra neonati e bambini innocenti è un disastro sociale e medico."

Il danno inflitto dai giornali di Wakefield può essere misurato non solo in malattia e morte, ma anche in tempo e ansia, ha detto Leonard Rappaport, MD, del Children’s Hospital di Boston, che ha scritto in una e-mail che era "impossibile quantificare la quantità di tempo sprecata nella pratica pediatrica discutendo perché crediamo che l’MMR non causi l’autismo e che i bambini dovrebbero essere immunizzati. In secondo luogo, il crepacuore e la preoccupazione per i genitori di bambini con autismo che hanno segretamente creduto nella quiete della notte di essere responsabili del fatto che il loro bambino avesse un disturbo dello spettro autistico e l’ansia dei genitori che si avvicinano al momento dell’immunizzazione con così tante false informazioni e paura di volare. intorno a loro è impossibile da comprendere."

Questo articolo è stato sviluppato in collaborazione con ABC News.

CHICAGO – L’omissione della radioterapia ha peggiorato il controllo della malattia nei pazienti con linfoma di Hodgkin in stadio iniziale favorevole che hanno avuto una scansione PET negativa dopo la chemioterapia, hanno mostrato i risultati dello studio HD16.

Dopo due cicli di chemioterapia, la sopravvivenza libera da progressione (PFS) a 5 anni è stata del 93,4% nel gruppo randomizzato alla radioterapia standard rispetto all’86,1% nel gruppo con de-escalation che non ha ricevuto ulteriore trattamento (HR 1,78, IC 95% 1,02- 3.12, P = 0,04), ha riferito Hans Eich, MD, PhD, dell’Università di Muenster in Germania.

"Nel linfoma di Hodgkin favorevole allo stadio iniziale, la radioterapia non può essere omessa in modo sicuro dal trattamento in modalità combinata standard senza una perdita clinicamente rilevante del controllo del tumore," Eich ha detto durante una sessione di studi clinici qui alla riunione 2019 dell’American Society for Radiation Oncology (ASTRO).

MORE NEWS BY NEWS >>